ADDOMINOPLASTICA

E' l'intervento di chirurgia plastica per la riduzione ed il rimodellamento della parete addominale nei casi di eccessi di pelle e grasso.

INTERVENTO CHIRURGICO


Prima dell’intervento sulla pelle addominale vengono eseguiti dei disegni che delimitano l’area da asportare e consentono di mostrare al paziente la lunghezza e l’andamento delle cicatrici.
L’intervento consiste nell'asportazione dell'eccesso di pelle e tessuto adiposo della parte centrale e inferiore dell'addome e, in caso di "lassità" o "diastasi" (apertura) della muscolatura addominale (problema abbastanza frequente soprattutto dopo la gravidanza), viene effettuata la sintesi dei muscoli retti addominali mediante il loro riavvicinamento lungo la linea mediana.
Oltre all'addominoplastica classica esistono degli interventi di mini-addominoplastica per i difetti più lievi.
Le incisioni cutanee vengono effettuate a livello della regione sovrapubica e inguinale in modo da essere assolutamente invisibili con un normale costume da bagno.
L'intervento ha una durata da 1 a 3 ore e viene eseguito in anestesia generale con ricovero di 1 o 2 notti.

POST OPERATORIO


Alla fine dell’intervento si applica una medicazione compressiva che verrà rimossa dal chirurgo dopo 5-10 giorni. Per altre 4-6 settimane il paziente dovrà indossare una guaina elastica addominale.
Dopo 2-4 giorni è possibile la ripresa di una normale vita di relazione e lavorativa evitando sforzi addominali. L’attività fisica potrà essere ripresa gradualmente dopo circa 1 mese.

COMPLICANZE


Se eseguito in maniera attenta e scrupolosa e da uno specialista esperto, l’intervento di addominoplastica non presenta particolari complicanze.
 Importantissima è la corretta valutazione dell’entità di pelle da rimuovere.

RISULTATI


Il nuovo profilo è visibile subito dopo l’intervento.
Le cicatrici residue sono di lunghezza variabile in base al problema iniziale, in genere però sono di buona qualità e perfettamente nascoste.

 

2008 © www.chirurgia-estetica.it - - login